Varese, l’ora più buia: 29 lampioni consecutivi spenti

Settecento metri di viale Borri da giorni senza luce (VIDEO), strisce pedonali comprese: è una delle arterie principali della città. Il grande Bino direbbe: «Vergogna»

Immaginatevi 700 metri di corso Sempione a Milano senza un lampione acceso. Oppure prendete una delle principali arterie di una qualunque città di almeno 80.000 abitanti – perché no, pure capoluogo – che conoscete e fate la stessa cosa. Per giorni e giorni. E aggiungete anche che in questi 700 metri ci sono almeno cinque attraversamenti pedonali, un supermercato, una chiesa, bar e ristoranti, attività commerciali; tutti facenti parte di un quartiere dove vivono migliaia di persone, che spesso percorrono a piedi questo viale.

Qual è la prima parola che vi viene in mente? 

Stiamo parlando di viale Borri: come detto, una delle principali arterie di Varese. Da inizio settimana la stiamo percorrendo e quella che segue è la sua situazione appena scende la notte (poco prima delle 18) sulla città giardino.

Il primo segno di vita (di luce) arrivando dal centro è davanti all’entrata del vecchio ospedale (semaforo per prendere via Guicciardini e andare al nuovo Circolo). Poi si entra nel regno delle tenebre. Passaggi pedonali, pensiline del bus, marciapiedi al buio pesto per almeno 700 metri, il tutto fino al rettilineo che porta al Molina (dove i lampioni tornano a essere accesi).

Il punto più buio – e potenzialmente pericoloso – dove dovrebbe essere più chiaro, è l’attraversamento pedonale davanti all’Esselunga: da qui spuntano omini che sembrano fantasmi e si identificano qua e là a bordo strada solo grazie ai sacchetti gialli della spesa. Il totale in questi 700 metri fa 29 lampioni spenti consecutivi.

Una situazione che riguarda, ormai da settimane, anche la vicina via Nino Bixio (qui sono 15 i lampioni spenti), “dirimpettaia” del viale Borri, che porta nel quartiere di Giubiano verso l’ospedale Del Ponte.

Insomma, vi è venuta in mente la parola di cui dicevamo prima? Secondo noi, sì. Come avrebbe detto il grande Bino: «VERGOGNA!».

Andrea Confalonieri e Gabriele Galassi

2 pensieri riguardo “Varese, l’ora più buia: 29 lampioni consecutivi spenti”

  1. Anche viale belforte è completamente al buio… Sono passato stasera.
    Più che da dire vergogna mi viene TRISTEZZA per la mia città che viene sempre più umiliata.
    Galimberti svegliati a como con le luci di Natale sono arrivato 2000000 di persone a varese un albero storto in piazza montegrappa e due luminarie anni settanta.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...