Ora basta: se non potete salvarci, lasciateci morire da soli

I tifosi del Varese non ne possono più: andate a leggervi i commenti sul nostro blog o sui social; ascoltateli al bar, negli sms, nelle telefonate. Aspettano da mesi, settimane, giorni, ore di sapere almeno con chiarezza di che morte devono morire.

Gli hanno detto che c’è una trattativa (aperta ormai da novembre…) con una holding svizzera, «un colosso», che salverà il Varese. Tifosi che scrivono così, tra ansia e disperazione, convinti che sia meglio mettere la parola «fine» senza illusioni piuttosto che continuare ad agonizzare tra continui «giorni decisivi» che non arrivano mai: «Cosa ci diranno ora? Il solito: domani, domani, poi a fine settimana sarà settimana prossima e a inizio settimana prossima si ripartirà con domani, domani».

Il pubblico del Varese sa cosa significa morire. E vuole farlo con dignità. Ma sa anche cosa significa rinascere: è pronto a farlo un’altra volta ma non vuole più tirare avanti con tentativi di salvezza che non arrivano mai a un dunque, nomi nascosti che non si possono fare, proposte che non finiscono nero su bianco.
Il pubblico del Varese – e con loro dipendenti, genitori, allenatori e chiunque faccia parte della famiglia biancorossa – vuole smetterla di soffrire, di aspettare messia che mai si palesano, di credere che domani accadrà qualcosa (ma alla fine non succede mai): dite “sì” o “no”. Perché il tempo dei “ni”, dei “se”, dei “ma”, dei “però” è scaduto.
A proposito, venerdì scorso in conferenza stampa si è detto che a inizio settimana il sindaco Galimberti e il vicesindaco Zanzi avrebbero ricevuto la proposta ufficiale e definitiva di acquisto del club: a oggi, ore 19, nulla è stato spedito. Qualcuno ci spieghi il perché.

A mezzanotte il Varese compie 108 anni.
Merita di sentirsi dire in faccia la pura verità. E cioè: se i Catellani e il loro finanziatore non possono arrivare al dunque dopo 4 mesi di trattative facciano un passo indietro, spieghino il perché con assoluta limpidezza e aggiungano anche come mai ci hanno creduto per tutto questo tempo, illudendo così i tifosi – noi compresi – che il loro progetto sarebbe andato in porto.

Oggi la Varesina ha vinto 1-0 sull’Inveruno con gol di Osuji e così i ragazzi di Bettinelli sono usciti dai playout, raggiungendo quota 36 e facendo scivolare quint’ultimo il Varese (che è a 34); domani invece scadono le quattro vertenze da 15.000 euro totali: se non saranno pagate porteranno punti di penalizzazione.

Ora basta: se potete fare qualcosa, fatelo.
Altrimenti lasciateci morire (e rinascere) da soli.

Andrea Confalonieri e Gabriele Gigi Galassi

20 pensieri riguardo “Ora basta: se non potete salvarci, lasciateci morire da soli”

  1. Ridicoli per non dire quaquaraquà, questi personaggi dovrebbero sciaquarsi la bocca prima di pronunciare la parola Varese una società con 108 anni di gloriosa storia, dalla quale sono usciti fior fior di giocatori tra cui campioni del mondo, ora basta andate fuori dalle palle ne abbiamo pieno il cazzo delle vostre parole che non valgono nulla

    Mi piace

  2. Ma Basile carissimo, intanto tu paga i 15000 nell’attesa… poi te li fai ridare… forse… perché i punti già non é che ne abbiamo tanti…
    Non mi dire che non hai 15000 in banca o in tasca… su dai… non fare ulteriori danni…

    Poi ti rimborsano con una fornitura vita natural durante di “Condiriso Berni l’Originale…”

    Mi piace

  3. Se veramente c’è questo benedetto colosso , come lo indicano, quale sarà mai il problema a comprare la società ,visto il forte interesse, se no levatevi dalle palle e stop! Adesso siamo stufi di sentire dire “domani, dopodomani, a inizio settimana” ebbasta!

    Mi piace

  4. Che poi vorrei capire….se Basile ha più volte detto che non ha più un soldo, che offerta ci sarà mai da fare???? Dovete solo comprare e fine del cinema, se no mi ripeto, fuori dai maroni!

    Mi piace

  5. Il “COLOSSO BERNI” se cerchi bene in passato più che vendere sottaceti , tra l’altro società passata per tante mani dal 2008 ad oggi, spacciava…..fonte GOOGLE
    Andidero e company stanno cercando un “lavoro” millantando conoscenze milionarie telefonare a Pavia e Gela…
    Sinceramente preferisco MORIRE….
    Una soluzione seria affidabile ed economicamente solida c’è ma a molti non piace…

    Mi piace

  6. Caro ISPRA 65 inizio facendoti una domanda. Quali dovrebbero essere le basi per non ritrovarsi di nuovo in queste condizioni nel giro di poco tempo?
    Come detto da molti SERIETÀ e poi aggiungerei SOLIDITÀ ECONOMICA e se ci fosse la possibilità anche INFRASTRUTTURE per scuola calcio e 1 squadra. A questo punto conosci qualcuno i provincia di Varese che ha questi requisiti?

    Mi piace

  7. E già che ci siamo, dove e ‘ il.sindaco, in prima linea giusto qualche giorno prima delle elezioni? E l aspirante sindaco Orrigoni in prima fila quando c era da prendere voti? I Milanese che sponsorizzano l Union Cassano in eccellenza? Siamo abbandonati da tutti, restiamo solo noi irriducibili sempre presenti, in b come in eccellenza, solo noi

    Mi piace

  8. LB guarda che i 15.000 di soldi della Cessione di Repossi (70% di 20.000 circa di cessione) che entreranno e pagheranno vertenze… ma.
    sono sempre soldi della gestione Basile…. fino ad ora i Catellani hanno messo 4.000 euro. Maciacchini ne ha messi forse 10 volte tanto da quando è vucino al Varese. Basile almeno 100 volte tanto….

    Mi piace

    1. I soldi dalla Ternana (via Lega) pare non arrivino in tempo… Ergo… visto che Basile é ancora propietario anche se viaggiamo spediti verso l’inevitabile fallimento… ma almeno sul campo sarebbe dignitoso salvarci… e
      quei 15000 andrebbero almeno tirati fuori… valendo più di una vittoria… anticipali e poi ti riprendi quelli x Repossi…
      poi per tutto il resto meglio trattenere i conati di vomito…

      Mi piace

  9. Con i soldi degli altri e tutto facile eh…..
    Comunque i giocatori che tanto amate fanno vertenza così se va bene prendono i soldi (1 mese) e invece di aiutare i loro compagni che da 3 mesi non prendono i rimborsi se li prendono loro e se va male hanno aiutato la loro squadra penalizzando una possibile.concorrente salvezza… poi dite che erano innamorati del Varese….

    Mi piace

  10. scusa Anonimo ma tu lavori gratis? fanno bene a fare vertenza e altrettanto bene farebbero gli altri creditori, non giriamo il problema sugli altri, questi incompetenti e truffatori che guidano il Varese da anni ( e anche quelli che lo vorrebbero prendere) si sono intascati un bel po di soldi e poi d’improvviso spariscono nel nulla…tu pensa solo che i giocatori hanno percepito tre stipendi ( agosto settembre e ottobre), la societa’ non paga contributi e tasse varie, non paga i fornitori, non paga le bollette, e allora i soldi incassati con gli abbonamenti ( pochi ma 100.000 tutti), i soldi incassati con le rette del settore giovanile ( fai 40-50 euro al mese a ragazzino per 200-300 bambini)..non vado avanti ma apriamo gli occhi, Basile adesso fa la vittima ma e’ colpevole tanto quanto i suoi soci ( vecchi e nuovi) che si sono succeduti dall’estate del 2015 ( tutti nessuno escluso), solo che il cerino adesso e’ rimasto in mano a lui….avanti cosi’ sai cosa fara’? quello che ha fatto il buon Laurenza (che caso, un altro che ha residenza in Svizzera), cede la societa’ a un prestanome ( il libanese) e la fa fallire e lui ne esce pulito…dai il giochino e’ sempre lo stesso

    Mi piace

  11. Fabio i 100.000 di abbonamenti sono 60.000 questa stagione, fai anche le rette 100.000 sono 160.000. Sai quanto costava solo di rimborsi a tutti squadra tecnici staff settore giovanile senza considerare le bollette o i fornitori prima dei tagli? dai 60.000 ai 70.000 mese. Di quanto è stato finanziamento soci solo fino al.30.06.17? Più di 300k e secondo te qualcuno guadagna dal fallimento? Unica stagione con entrate vere è stata la prima. il resto davvero poco. Basile ha creduto che se si fosse riuscito ad andare in C avrebbe recuperato investimento. Ma ha sbagliato a credere a compagni di viaggio improbabili e a fare i conti con le sue sole forze che non bastavano senza sponsor e altre entrate.
    I vecchi giocatori avevano indietro 1 mese e hanno fatto loro interesse. Ma quando uno dice di amare il Varese è per un mese mette in difficoltà 108 anni di storia beh quantomeno è ipocrita, solo questo.
    P.s. il male dei dilettanti? Non Si possono pagare giocatori di 35 anni 40k anno in questa categoria che dovrebbe lanciare giovani e servire da vivaio. In generale non funziona….

    Mi piace

  12. Francesco un normale imprenditore, o semplicemente una persona con il cervello, non mette insieme una squadra con 6-7 giocatori ( più l’allenatore) che prendono 4 o 5/m euro al mese ( sono d’accordo con te che e’ una vergogna..anche perché sono rimborsi spese..) se non hai la copertura economica nemmeno per arrivare alla sosta invernale. ci sono squadre del nostro girone che spendono meno della meta’ e hanno più punti di noi ( ad esempio l’Inveruno), anche a me piaceva stare in B, ma se non hai forze economiche fai una d di medio profilo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...