Il Varese ceduto? Solite bufale (ma si tratta). Squadra e tifosi domani sfidano Criscitiello per salvarsi da soli

Cinque alla fine con squadra e tifosi che da mesi lottano da soli per conquistare una salvezza che rappresenterebbe un’impresa, ma un’impresa possibile perché in puro stile Varese, cioè ottenuta contro tutti e tutto. Dopo l’ennesima battaglia vinta tornerà a Masnago anche Luca Alfano (in foto con la maglia dell’Ascoli numero 20 firmata da Buba Buzzegoli che a maggio andrà all’asta per Fuck The Cancer): sarebbe bello dedicargli la vittoria e un pezzettino di salvezza.

A quei tifosi convinti – chissà da chi, chissà perché – di un avvenuto o imminente passaggio societario con relativa salvezza del club possiamo dire solo la verità, senza commento o trasporto alcuno (quello da tempo lo riserviamo a giocatori e mister perché sul club non è più tempo di sbilanciarsi, sognare o incazzarsi: troppe le illusioni e le disillusioni).
I fatti sono questi: ieri fino a tarda sera il proprietario Paolo Basile ha incontrato Sauro e Fulvio Catellani alla presenza dei professionisti che rappresentano le parti. Qualcuno ha ipotizzato l’affitto del ramo d’azienda al finanziatore dei Catellani prima dell’acquisizione totale, in modo da verificare l’esistenza di eventuali debiti ancora non emersi procedendo intanto ai primi pagamenti verso dipendenti e fornitori, ma è una via non praticabile per l’impossibilità, appunto, di “affittare” il titolo sportivo a chi non sia direttamente proprietario del club.

Tra Basile e la controparte si è parlato quindi solo di cessione con immissione immediata di almeno 150 mila euro per pagare due mensilità ai dipendenti e una prima tranche di ciò che è dovuto ai debitori, oltre alla spalmatura del debito con l’erario. Anche l’ipotesi della permanenza dello stesso proprietario in società con una minima percentuale di quote, pur ventilata, pare impraticabile.
Il risultato dell’incontro tra Basile e Catellani, che rappresenta un passo avanti rispetto allo stallo o al nulla in cui sembrava precipitata la trattativa, è stato sottoposto in giornata al finanziatore del procuratore mantovano.

Intanto il proprietario ha incontrato e incontrerà di nuovo Diego Andidero, capofila della seconda cordata in campo da tempo; settimana prossima, poi, Basile vedrà faccia a faccia altri due gruppi (romani gli uni, francesi gli altri), uno dei quali si era già presentato al sindaco portando, come confermato dallo stesso sindaco, importanti credenziali. Di questi incontri sono stati informati i Catellani.

E se nessuno acquisisse le quote biancorosse? I libri finirebbero in tribunale verosimilmente al termine del campionato (salvo playout, si chiude domenica 6 maggio con Varesina-Varese) altrimenti il club morirebbe di morte naturale con scontato fallimento ed evidenti conseguenze per chiunque abbia avuto responsabilità amministrative.

Quindi domani squadra, allenatore e tifosi dovranno cavarsela ancora da soli contro Criscitiello (bentornato al Franco Ossola) e la sua Folgore Caratese (dove giocano gli ex Moretti, Vingiano e Bonanni). Possono farcela perché nell’emergenza hanno fatto gruppo e ormai sono una cosa sola. Contro tutti e tutto.
Come detto, al termine della stagione regolare mancano 5 giornate: il Varese è quart’ultimo, a 35 punti; dietro c’è il Seregno e a completare il quadro playout Casale e Varesina appaiate a 36; fuori dalla zona rossa invece Arconatese (37), Olginatese e Pavia (39), Oltrepovoghera (40) e Borgaro (41). Attenzione agli incroci: la Varesina è ospite dell’Olginatese, il Seregno sfida il fanalino di coda Castellazzo (17).

Nel girone B, dopo il ko di oggi della Bustese Milano City (1-0 a Crema), domani la Pro Patria – seconda a 68 punti, -2 dal Rezzato ma con una partita in meno – ospiterà la Pergolettese (quarta a 59).

Tornando a Masnago, Tresoldi si affiderà ancora al 4-4-1-1 con Bizzi difeso da Fratus e Arca sugli esterni e dai centrali Simonetto-Ferri; mediani Monacizzo e Battistello, Zazzi a sinistra, Palazzolo seconda punta. Due i ballottaggi: Ba-Lercara in ala destra, Filomeno-Pedrabissi di punta. Squalificato De Carolis, infortunato Ghidoni.

GIRONE A
Il programma della 34° giornata:
Varese-Folgore Caratese, Borgaro-Pavia, Bra-Como, Chieri-Borgosesia, Casale-Caronnese, Castellazzo-Seregno, Gozzano-Pro Sesto, Inveruno-Arconatese, Olginatese-Varesina, Oltrepovoghera-Derthona.

LA CLASSIFICA:
Gozzano 72, Como 70, Caronnese 66, Chieri 60, Pro Sesto 58, Folgore Caratese 50, Inveruno 48, Bra 48, Borgosesia 47, Borgaro Nobis 41, Oltrepovoghera 40, Pavia 39, Olginatese 39, Arconatese 37, Varesina 36, Casale 36, Varese 35, Seregno 32, Derthona 21, Castellazzo Bormida 17.

Gli appuntamenti di domani sull’anticonf@rmista:
ore 15: la diretta di Varese-Folgore Caratese
A seguire:
– analisi e cronaca della partita con risultati e classifica aggiornati
– le pagelle di Gabriele Gigi Galassi
– il commento di Andrea Confalonieri

 

3 pensieri riguardo “Il Varese ceduto? Solite bufale (ma si tratta). Squadra e tifosi domani sfidano Criscitiello per salvarsi da soli”

  1. a questo punto manca solo la manifestazione d’interesse di Alessandro Proto (che arriverà, vogliamo scommettere?) e il teatro dell’assurdo sarà completo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...