Finalmente: sfatato il tabù Masnago

Due grandi gol, firmati Pedrabissi e Palazzolo, mandano al tappeto il Castellazzo già retrocesso: 2-0. Perdono Seregno e Varesina, a +2 sul Varese appena fuori dai playout Pavia e Olginatese: non è finita. Domenica arriva il Chieri

Il massimo risultato con il minimo sforzo. E per oggi, va bene così. Il Varese batte 2-0 il Castellazzo Bormida già retrocesso, torna finalmente a vincere al Franco Ossola (ultimo successo interno l’1 novembre, contro il Pavia: 2-0 firmato Molinari e Palazzolo) e scavalca in classifica Seregno e Varesina, sconfitte da Chieri e Folgore Caratese. 39 i punti del Varese, a parità (ma sotto per gli scontri diretti) con il Casale, 38 per Seregno e Varesina, a 41 Pavia e Olginatese, 42 per l’Oltrepovoghera. Mentre serpeggia un po’ di timore per i punti di penalità (si attende il -1 o il -2: arriverà prima dei playout o a stagione finita?), ora testa e cuore a domenica prossima, ancora in casa, contro il Chieri quarto in classifica: servirà una grande partita. Per crederci ancora.

LA PARTITA – Come anticipato, il Varese porta a casa tre punti d’oro senza uno sforzo particolare. Sforzo che concentra tutto nel primo tempo, in cui Tresoldi ripropone il 4-3-3: Morao e Battistello mezz’ali ai lati di Monacizzo, davanti Pedrabissi riferimento centrale, Zazzi stretto a sinistra e Palazzolo che parte da destra ma è libero di occupare gli spazi che vede e vuole. Al 18′ i biancorossi sbloccano il risultato con un’azione meravigliosa. Parte Fratus, in zona centrale poco dopo il cerchio di centrocampo, con un dribbling seguito da una palla verticale su Pedrabissi. Appoggio di prima su Palazzolo e taglio, il numero 20 anche lui di prima riappoggia all’accorrente Fratus, altro tocco di prima in lob a premiare il taglio di Pedrabissi, che lascia rimbalzare la palla mentre si coordina per colpire in diagonale trafiggendo Bertoglio. Al 32′ il Castellazzo trova un varco con Rolandone ma Bizzi è attento e alza in corner. Al 37′ il raddoppio: Balconi serve Battistello, appoggio in fascia per Zazzi che raggiunge il fondo e mette dietro su Palazzolo, che apre il piatto e trova il varco giusto. 2-0.

LA RIPRESA – Nel secondo tempo, complice anche il caldo, i ritmi si abbassano di molto. Il Varese, un po’ troppo pigro (con il Chieri non si potrà fare: ma sarà di certo una partita diversa), concede un paio di occasioni – non sfruttate – nei primi 20′ al Castellazzo. La più netta capita all’ex Innocenti (12′) che stacca e incorna trovando però Bizzi ben piazzato per bloccare. Girandola di cambi, partita che si addormenta e fischio finale dopo tre minuti di recupero: il pubblico biancorosso applaude e canta forte il suo amore per il Varese mentre i giocatori posano per una foto con i volontari della Croce Rossa (nella foto). Non è finita: domenica tutti a Masnago. Crediamoci fino in fondo.

Gabriele Gigi Galassi

IL TABELLINO:
Varese-Castellazzo 2-0 (2-0)
Marcatori
: nel pt Pedrabissi al 18′; Palazzolo al 37′.
VARESE (4-3-3): Bizzi; Fratus, Rudi, Ferri, Balconi; Morao (Lercara dal 37′ st), Monacizzo, Battistello; Palazzolo (La Ferrara dal 48′ st), Pedrabissi (De Carolis dal 23′ st), Zazzi. A disposizione: Frigione, Mondoni, Filomeno, Mauro, M’Zoughi, Zecchini. All. Tresoldi.
CASTELLAZZO BORMIDA (4-4-2): Bertoglio; Labano (Limone dal 38′ st), Cascio, Camussi (Benabid dal 1′ st), Cirio; Rolandone (Molina dal 27′ st), Genocchio (Cimino dal 36′ st), Viscomi, Innocenti; Rosset (Gentile dal 44′ st), Piana. A disposizione: Gaione, Robotti, Bronchi, Gurci. All. Merlo.
Arbitro: Bodini di Verona (Marchetti di Trento e Ongarato di Castelfranco Veneto).
NOTE  spettatori: 700. Ammoniti: Monacizzo (V); Piana (C). Angoli: 5-1; fuorigioco: 1-3; tiri (in porta): 6 (3) – 5 (2); falli: 14-17; recupero: 0′ + 3′.

I risultati della 36° giornata:
Varese-Castellazzo 2-0, Oltrepovoghera-Arconatese 1-1, Olginatese-Como 1-5, Inveruno-Caronnese 0-0, Gozzano-Derthona 6-1, Folgore Caratese-Varesina 2-1, Casale-Pavia 2-1, Chieri-Seregno 3-2, Bra-Pro Sesto 0-2, Borgaro-Borgosesia 0-0.

La classifica:
Gozzano 79, Como 77, Caronnese 73, Chieri 67, Pro Sesto 64, Folgore Caratese 55, Inveruno 52, Borgosesia 49, Bra 49, Arconatese 44, Borgaro 43, Oltrepovoghera 42, Pavia 41, Olginatese 41, Casale 39, Varese 39, Seregno 38, Varesina 38, Derthona 22, Castellazzo 18.
*Derthona e Castellazzo già retrocesse. Le ulteriori peggiori 4 si scontrano in partita secca ai playout e le due perdenti scendono in Eccellenza.

One thought on “Finalmente: sfatato il tabù Masnago”

  1. Non voglio nemmeno pensare ad una retrocessione del Varese dalla serie D sarebbe una profonda ferita e una vergogna per tutti i varesini quindi ragazzi vinciamole tutte e salviamo la cattegoria

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...