Il Comune: «Convenzione di un anno al Varese, ma solo pagando il debito. Porte aperte alla richiesta del Milan»

Dopo una riunione di giunta tenuta quest’oggi, l’amministrazione comunale propone al Varese Calcio una convenzione-ponte di un anno per il Franco Ossola. In questo modo, nei prossimi 12 mesi, lo stesso Comune che rappresenta l’interesse pubblico avrà modo di valutare la gestione dell’impianto di Masnago da parte della nuova società dopo che l’ultima gestione ha lasciato lo stadio a sé stesso: in particolare dal sopralluogo di due giorni fa condotto dai tecnici dei Lavori Pubblici e dello Sport sono emerse carenze di manutenzione stimabili in circa 80.000 euro. Inoltre la condizione primaria per la concessione nei prossimi 12 mesi al Varese Calcio della struttura è il pagamento del debito che il club ha contratto con il Comune pari a 30.000 euro.
Ricordiamo che il Varese dovrà iscriversi entro il 6 luglio al campionato d’Eccellenza, versando il dovuto tra iscrizioni e garanzie fideiussorie (totale di circa 50.000 euro) e presentando anche la documentazione con relativo nulla-osta da parte del Comune per lo stadio.

La stessa amministrazione comunale ha ricevuto nel frattempo una richiesta dal Milan per l’utilizzo della struttura per la disputa delle partite della squadra B rossonera nel caso in cui la società milanese riuscisse a iscriversi al prossimo campionato di serie C. La linea del Comune è comunque quella di dare la possibilità al Varese Calcio di gestire il Franco Ossola in convenzione, aspettandosi un cambio di rotta da parte della nuova dirigenza rispetto al recente passato, ma anche quello di favorire la possibilità che una squadra gloriosa come il Milan possa riportare la serie C a Masnago.

Questo il comunicato di Palazzo Estense:

Atto d’indirizzo della Giunta per la stipula di una Convenzione ponte di un anno per garantire al Varese di iscriversi e far giocare in città una squadra di serie A

«Questa sera abbiamo approvato in Giunta la delibera in merito allo Stadio comunale Franco Ossola per la stagione sportiva 2018/2019. L’atto di indirizzo varato contiene in sostanza una forte apertura dell’amministrazione tesa a supportare lo sport e il calcio varesino e quindi si apre alla possibilità che una nuova convenzione possa essere stipulata con la nuova gestione del Varese Calcio». Così l’assessore allo Sport Dino De Simone in merito alla delibera approvata in Giunta questa sera.

Nel documento di indirizzo approvato sono anche precisate le condizioni con cui lo Stadio Comunale “FRANCO OSSOLA” possa essere concesso alla Società dilettantistica VARESE CALCIO, negli ultimi mesi oggetto di un profondo e travagliato rinnovamento societario ma che si è detta disponibile a proseguire nella gestione dell’impianto. Ritenuto che in ragione del nuovo assetto societario che si è recentemente delineato ed in attesa della esigenza di studiare possibili nuove modalità di concessione-gestione dell’impianto in questione, in coerenza a possibili modelli gestionali innovativi, la Giunta ha individuato la durata della concessione dell’impianto in un anno, a condizione che vengano risolte tutte le pendenze che ancora sussistono fra VARESE CALCIO s.d.a r.l. e Comune di Varese ed in particolare vengano saldati gli arretrati non pagati dalla precedente gestione e realizzati i necessari lavori di messa in sicurezza.

Il sindaco Galimberti spiega: «Un atto di serietà che tiene conto della situazione complessa che sta vivendo il Varese ma con una forte attenzione per la città e per suoi tifosi».

Negli ultimi giorni poi si è presentata anche una importante novità: è stata ufficialmente presentata una proposta da parte di A.C. MILAN interessata a disputare le partite ufficiali della seconda squadra del Milan preso lo Stadio Ossola senza che ciò possa generare alcuna difficoltà per la convivenza delle due realtà calcistiche.

La proposta del Milan ha ovviamente trovato un forte interesse da parte del Comune perché aprirebbe l’opportunità di ospitare un’importante società sportiva come il Milan, la cui prima squadra milita nella massima serie, così da permettere, tra l’altro, una valorizzazione dello sport varesino, un maggior coinvolgimento della cittadinanza e in particolare dei giovani allo sport e al calcio.

Nel testo approvato questa sera si legge che innanzitutto dovrà essere corrisposto l’importo di 30mila euro quale debito pregresso complessivo nei confronti del Comune di Varese, sanando così la propria situazione debitoria, prima del provvedimento dirigenziale di concessione. Si precisa inoltre l’onere di rimuovere, prima dell’inizio delle attività, tutte le aggiunte all’impianto non autorizzate dal Comune di Varese. Viene indicato inoltre l’onere di eseguire gli interventi manutentivi previsti nei tempi che saranno stabiliti nella nuova convenzione e comunque, ove richiesto da specifiche normative, prima dell’inizio delle attività. Si dovrà poi prestare idonea garanzia a copertura del costo di esecuzione degli interventi e assumere l’onere di rinnovare il certificato di prevenzione incendi, prima dell’inizio dell’attività.

Cosa prevede la convenzione in scadenza domani 30 giugno:
Con scrittura privata stipulata in data 4.8.2016 venne concesso alla Società sportiva dilettantistica VARESE CALCIO lo stadio Comunale “F. Ossola”. La concessione venne disposta in esecuzione di un atto di indirizzo, assunto dalla Giunta Comunale con deliberazione del 26.7.2016. Nella convenzione le parti avevano dato atto che a far data dal 3.8.15 il Comune di Varese aveva consegnato l’impianto alla società. La concessione, aveva validità riferita alle stagioni sportive 2016-2017 e 2017-2018 e, quindi, verrà a scadenza il 30.6.2018. La Società concessionaria assumeva a proprio carico tutti gli oneri di manutenzione e mantenimento dell’impianto. In particolare vennero posti a carico della Concessionaria gli oneri di manutenzione ordinaria ricomprendendo in questi anche gli interventi di adeguamento della struttura appositamente previsti, dal concedente, in un apposito elaborato tecnico che la concessionaria ha sottoscritto per accettazione in data 4.8.2016. Il corrispettivo di concessione venne stabilito, anche in ragione degli oneri manutentivi posti a carico della concessionaria in 1.000,00 euro oltre IVA per ogni annualità sportiva. In previsione della scadenza della concessione, in data 27 giugno, gli uffici tecnici comunali hanno provveduto ad effettuare un sopralluogo presso l’impianto verificando sia lo stato conservativo che l’adempimento alle prescrizioni. Ad oggi sono stati riscontrati € 80.349,20 per mancate opere manutentive e, pertanto, si provvederà ad escutere le fideiussioni.

Andrea Confalonieri e Gabriele Gigi Galassi

2 pensieri riguardo “Il Comune: «Convenzione di un anno al Varese, ma solo pagando il debito. Porte aperte alla richiesta del Milan»”

  1. Questi qua dovevano annunciare gli sponsor l’1 Luglio, Varese Concept 1 settimana fa, etc etc.
    Dai ragazzi fateci vedere che stiamo sparando cretinate quando siamo pessimisti. Ahahah

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...