Varese Calcio: la conferenza di Benecchi, Domenicali e Ballotta

Dalla sala stampa del Franco Ossola, la presentazione di mister Domenicali e del direttore tecnico Ballotta. Presente anche Ciro Improta, che torna al Varese.

Parla per primo il presidente Benecchi. «Grazie di essere qui. Abbiamo cercato profili di qualità e sono qui con noi. Crediamo di aver dato consistenza importante per Varese Calcio, che dia risultati nell’immediato e nel medio-lungo termine. Qui con me profili indiscutibili».

Marco Ballotta: «Arrivo a Varese non inaspettato, mi sento con il presidente da qualche tempo. Ho visto i progetti, si vogliono fare le cose in maniera giusta. Trovare persone serie per fare le cose vere e certe e in grande non ce ne sono tante. Ci vuole calma perché c’è tanto da fare. Ma piano piano si possono mettere le basi per gli anni a venire per crescere. Ci diamo anche obiettivi ma partiamo da piedi per terra».

Domenicali: «Per allenatore c’è sempre responsabilità, ha un ruolo particolare. La situazione però non mi spaventa e sono contento di essere qui, vengo a lavorare in una piazza importante. Chiaro che la piazza importante lo diventa ancora di più se c’è società che vuole fare bene e fare le cose seriamente. Se si parte così si può lavorare in un certo modo».

Improta: «Sì, il mio cuore è biancorosso. Mi mancava questa sala stampa e questo spogliatoio. Contento della fiducia dei dirigenti, già conosciuto il mister con cui ho già parlato. Possiamo fare ottimo lavoro».

Che ruolo per Ballotta? «Sarò responsabile nell’area tecnica, dalla prima squadra a scendere. Dando una mano a tutti. Un direttore sportivo? Se ci sarà bisogno. Ma ora siamo in fase di ristrutturazione, dobbiamo ancora valutare di cosa abbiamo bisogno. Si è andato velocemente, ci sono ancora delle caselle da riempire».

Domanda a Domenicali: per fare la squadra bisognerà fare in fretta. Come pensate di muovervi? «Chiaramente è un problema non sapere ancora se sarà serie D o Eccellenza. La società ha ben presente questo problema e si sta muovendo in questa direzione. Stiamo tenendo in caldo i giocatori che possono andare bene per entrambe le categorie. Giocatori ce ne sono tanti. La categoria diventa fondamentale. Ma problema è sotto controllo, per quanto mi riguarda il tempo davanti c’è perché ci sono tanti giocatori in giro. Non bisogna avere fretta ma idee ben chiare».

Domanda di ripescaggio? Benecchi: «Domanda inoltrata, pagato il ripescaggio. Aspettiamo di consegnare domani il faldone. Attendiamo la risposta fiduciosi».

Conferma che il bonifico è arrivato? Benecchi: «Contrariamente a quanto scritto oggi in modo sibillino, oggi il Comune aveva nelle sue casse l’importo dovuto».

Domenicali, cosa l’ha convinta a venire qui? «Non è stato difficile, ho conosciuto le persone e mi è stato proposto il progetto. La piazza è importante, un po’ mi ripeto dicendo che le persone sono serie, il progetto serio, la voglia di lavorare c’è, hanno fatto presto a convincermi».

In caso di ripescaggio, quale sarà l’obiettivo? Benecchi: «Ci siamo strutturati per avere compagine che possa disputare campionato di livello. Abbiamo diverse opzioni, a seconda della categoria di appartenenza avremo una rosa per disputarli e a un certo livello».

Presidente, percentuale di possibilità serie D? Benecchi: «Eccellenza è sicurezza, non ce la può togliere nessuno se non qualche complicazione. Per il ripescaggio non so dare percentuale. Rispetto ad altre realtà del territorio abbiamo vantaggi e svantaggi. Purtroppo abbiamo ereditato situazione abbastanza compromessa, quindi c’è stato anche un reset della storicità del Varese Calcio. Ma noi abbiamo fatto tutto, speriamo ci diano risposta positiva: aspetteremo l’ufficializzazione».

Sui giocatori: arriveranno davvero tutti dal meridione o si guarderà anche in provincia? Benecchi: «Nella nostra idea vorremmo qualificare il territorio. Avremo modo di cercare di dare una priorità al territorio».

Nuovi soci e convenzione con Comune. Benecchi: «Situazione con Comune è che ho e abbiamo pagato tutto. Fuori dalla conferenza stampa passeremo ancora in Comune per perfezionare dialogo instaurato. C’è ancora piccola parte da superare e penso che con stasera riusciremo a concludere. I soci e sponsor? Come avete capito siamo abituati a fare passi che prima di essere dichiarati vanno portati a casa adeguatamente. Assetto societario arriverà a brevissimo, chiuso discorso convenzione, iscrizione e ripescaggio. Da un mese lavoriamo giorno e notte per arrivare a risultati che mi sembrano di un certo livello. Per quanto riguarda i soci abbiamo perfezionato diverse posizioni, perché alcuni imprevisti hanno messo una pulce nell’orecchio ai soci che hanno preso tempo. Che imprevisti? Ogni giorno ne escono, come dei coniglietti da un cilindro. Assetto societario sarà palesato in una settimana. Così anche per gli sponsor: ma finché non c’è ufficialità legale non si possono rendere note».

Un’idea di date per cominciare la stagione? Domenicali: «Verso il 23 luglio».

Il ds Merlin e Sauro Catellani? Benecchi: «Discorsi sempre aperti e stiamo dialogando con molti, loro compresi. Discorsi aperti perché organigramma da riempire». Ballotta: «Sì, ci sono ancora caselle aperte. Con alcuni abbiamo parlato e decideremo».

Accardi? Ballotta: «E’ un amico».

Ballotta è stato Accardi il tramite tra lei e il Varese? «Ci conosciamo da tanti anni, sì e no direi. Certo se ti conosci è meglio, le indicazioni così sono più precise. La conoscenza diretta dà meno rischi».

Domenicali: fermo da qualche anno e qualche esperienza difficile? «Ultima mia esperienza in serie B in Belgio, tornato in Italia non ho trovato situazioni idonee. Anche perché momento calcistico particolare in Italia. Quello che mi è stato proposto non mi andava bene. Sono rimasto fermo. Ma non significa stare sul divano, ho girato per aggiornarmi: sono stato da Di Francesco a Sassuolo, da Sarri a Empoli… Approfittato per aggiornarmi con i colleghi. Quest’anno ho allenato un settore giovanile a livello regionale. Di fatto non ho mai smesso, solo non ho avuto una prima squadra da allenare. Mi sono fermato e ho studiato, anche seguendo in TV il calcio. Quindi niente di nuovo».
Ballotta stempera con una battuta: «Il problema sarà dei giocatori, perché a loro chiederà tanto…».

Modulo di Domenicali? «Normale averne uno e fare richieste alla società. La cosa più importante è mettere calciatori nelle condizioni migliori. L’importante sono i principi di gioco, sulla voglia di proporre calcio e “creare” una voglia, una mentalità tra i giocatori e cercare di vincere».

Giocatori già del Varese? Ballotta: «Sono stati fatti provini, nella Juniores, ci sono indicazioni positive. Da lì sicuramente si attingerà per la prima squadra, anche più di 3/4. Il discorso è curiamo quello che abbiamo in casa, poi vediamo cosa ci serve. Certo anche la categoria conta».

Quindi cosa dobbiamo aspettare per sapere se Eccellenza o serie D? E come si fa a convocare una squadra? Ballotta: «Il 25 luglio. Ma la preparazione inizierà comunque nei giorni detti».

Ballotta ha mai giocato qui? «Sì, con il Modena. Credo nell’85. Vincemmo 2-1».

Gabriele Gigi Galassi

30 pensieri riguardo “Varese Calcio: la conferenza di Benecchi, Domenicali e Ballotta”

  1. «Eccellenza è sicurezza, non ce la può togliere nessuno se non qualche complicazione”. Per fortuna che è sicura…. Complicazione? Tipo?

    Mi piace

  2. Che tristezza ancora Eccellenza..Pensare che certi paesotti hanno le squadre di calcio in Lega Pro e Varese va a giocare a Besozzo,Sesto Calende,ecc.Del resto troppe gestioni scellerate.

    Mi piace

    1. Gli imprenditori seri investono nei paesotti perché lì si può programmare e lavorare con calma, senza una piazza che si ravana brutalmente su un passato ormai lontano

      Mi piace

  3. Il mega sponsor ? La mega holding? Riqualificare subito Varesello ? In Eccellenza giocheranno i juniores praticamente a gratis.. e ci sono ancora tifosi che stanno festeggiando per l arrivo di questi soggetti

    Mi piace

  4. Condivido la tristezza, ma cosa devono fare secondo voi, se non vogliamo l’eccellenza? Ma ragioniamo con la logica? Hanno fatto la domanda di e ipescaggio, più di cosi?

    Mi piace

  5. Nuovi soci e sponsor, a che punto siamo?
    “Finora ci siamo concentrati sul discorso convenzione/ripescaggio. Abbiamo lavorato giorno e notte; stiamo perfezionando diverse posizioni, alcuni imprevisti hanno messo la pulce nell’orecchio a chi era intenzionato a darci una mano”.
    Che imprevisti?
    “Ce n’è un cilindro pieno. In ogni caso nel giro di una settimana sarà palesato l’assetto societario, così come per il discorso sponsorizzazioni per le quali serve l’ufficialità legale”. (varesesport)

    BRAVI RAGAZZI, UN CILINDRO PIENO DEI MIEI COJ….
    CIAO CIAO ABBONAMENTO, SOCIETA’ DI MMMMM

    Mi piace

    1. Io suggerisco di abbonarci in massa al Gozzano… così, per provare l’ebbrezza di tifare una società che non va a gambe all’aria in due mesi

      Mi piace

  6. Per caso l imprevisto è stato quel movimentato sabato mattina ? Il ripescaggio è una bufala avranno presentato due carte giusto per la cronaca giornalistica..ora voglio proprio vedere la squadra se aspettano ancora un po’ chiederanno a qualche tifoso se la domenica è libero per giocare

    Mi piace

  7. bravi tutti…sparate a mille….si in effetti era meglio se il varese fosse fallito davvero cosi so poteva andare a vedere le partite di bocce alla bocciofila …invece di provare a vedere cosa faranno questa nuova proprietà si continua a fare polemica inutile….intanto stanno pagando tutto …tutto cio che dicono…anche se poco, lo stanno facendo..

    Mi piace

  8. Veramente siete dei tifosi allucinanti date il tempo a tempo preferiva il fallimento è non vedere il Varese per niente dobbiamo per il momento accontentarci la nostra situazione era drammatica

    Mi piace

    1. Ma smettila! Io sono libero di dire quello che penso! Vai a chiedere quanto hanno aumentato le rette della scuola calcio!
      NON MI FIDO!!!!! Posso o devo chiedere il permesso a te?
      Parlavano di milioni di euro ma hanno dovuto fare una colletta per pagare il debito con il comune!
      Sarebbe proprio bello sapere chi in questo momento mette i soldi, probabilmente ce lo diranno settimana prossima….😂😂😂

      Mi piace

  9. Anonimo è per colpa tua e di gente come te che arrivano tutti questi fenomeni dalla promessa facile..ti possono pigliare in giro fino all ultimo secondo e te ad applaudire come un ragazzino… in otto mesi nessuno ha capito niente di chi sono e che cosa vogliono fare..

    Mi piace

  10. Certo che Basile Taddeo ciavarella galparoli e c. Non pagavano davvero un cazzo di niente, trentamila euro di arretrati per gli impianti sportivi in tre anni metteteli al.gabbio tutti però

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...