Commozione per la morte di Della Corna: l’aneddoto del Pigio. COPPA ITALIA (foto e commenti): Varese-CazzagoBornato 3-0, Varesina-Telgate 0-1

Per onorare il grande Carlo Della Corna, portiere dell’epopea biancorossa di inizio anni ’70 con il Varese in altalena tra la A e la B, vi proponiamo un aneddoto che il grande Giancarlo Pigionatti ci aveva raccontato il 18 maggio 2015 in occasione del quarantennale dell’ultima partita del Varese in serie A.

“…18 maggio 1975: Varese-Napoli 0-2, ultima partita del Varese in serie A. Sono passati esattamente quarant’anni, ricorrenza ancora più triste se pensiamo alle attuali vicissitudini della società biancorossa. Giancarlo Pigionatti è stato il cantore di quel Varese: «Erano davvero altri tempi – ricorda la prestigiosa firma dello sport varesino – Si respirava proprio un clima completamente diverso, e mi fanno tenerezza i giovani che non hanno vissuto quella serie A. Oggi per arrivare allo stadio bisogna uscire di casa presto, camminare per tre chilometri perché si trova tutto bloccato, superare tornelli e barriere d’ogni tipo. All’epoca, anche quando allo stadio c’erano ventimila spettatori, si arrivava allo stadio alle due meno un quarto e la partita iniziava alle due e mezza. Eppure entravano tutti, senza problemi».

Cosa ricorda Pigionatti di quell’ultimo Varese in serie A? «Purtroppo era una squadra abbastanza destinata alla retrocessione, i valori tecnici non è che fossero eccelsi. Sa, anche ai Borghi poteva capitare di sbagliare qualche decisione, tra tante scelte illuminate che hanno fatto. Quel Varese arrivò già retrocesso all’ultima giornata». Pigionatti rievoca in particolare una staffetta tra portieri che fu motivo di discussione con il grande Peo Maroso, allenatore di quella squadra: «Il Varese aveva in rosa due portieri, Fabris e Della Corna – racconta il popolare “Pigio” – ma nessuno dei due poteva essere considerato il titolare. Maroso faceva giocare, poniamo, Fabris, e in caso di sconfitta, evenienza che purtroppo capitava piuttosto di frequente, nella partita successiva schierava Della Corna. Io criticai quel tipo di gestione e il Peo se ne ebbe a male. Disse, a torto, che gli diedi dell’asino».

Davvero? «Le spiego. Ironicamente feci sul giornale l’esempio dell’asino di Buridano, che non sapendo quale scegliere tra i due mucchietti di fieno che si trovava davanti, morì di fame. Ecco perché venne fuori la cosa dell’asino. Lui comunque non me le mandava a dire – continua Pigionatti – una volta mi appellò “piccolo uomo dal grande cappello”, perché usavo indossare un Borsalino. E parlando con i suoi giocatori mi chiamava scherzosamente “Valcareggi” (ct della nazionale silurato dopo il fallimento di Germania ’74, ndr): “Attenti ragazzi, che arriva il Valca”. Portammo avanti diversi scontri dialettici, ma avercene di personaggi come Maroso»”.

Commento da Masnago di Francesco Zecchini: il Varese ha ritrovato le ali. Che non sono quelle dell’entusiasmo. Ma parliamo di Camarà e Scaramuzza che paiono due esterni veramente di categoria. I due fantasisti fanno il paio con un reparto difensivo assortito, soprattutto in fase centrale (Simonetto – perché non capitano? – è da tempo una certezza). Gli avversari del CazzagoBornato valgono – probabilmente – una salvezza sudata come quella dello scorso anno, quando finirono a più 4 dalla zona retrocessione. Quindi gli avversari per il Varese – anche se non “da Varese” – sono altri. E arrivano dritti dritti da domenica 9 settembre. Insomma. Dalla Bombonera.

Commento in pillole da Tradate: il Telgate, che ha stravinto la Promozione, si è dimostrato già brillante con Llheshaj e Guariniello su tutti, oltre a portiere e centrali difensivi. Primo tempo buono della Varesina. che risponde colpo su colpo e non merita lo svantaggio. Nella ripresa, dopo aver fallito la doppia clamorosa occasione dell’1-1 con Cargiolli e Franzese, la squadra di Spilli un po’ si spegne e sembra più imballata degli avversari. Sembra pesare l’incertezza della categoria a cui parteciperà: passo avanti rispetto al 3-3 di Gavirate ma non abbiamo rivisto la splendida Varesina che aveva battuto il Busto 81.

FESTA CURVA-SQUADRA AL FRANCO OSSOLA

FINITA A TRADATE: VINCE 1-0 IL TELGATE

FINITA A VARESE: 3-O. RETI DI SILLA, SCARAMUZZA E CAMARA’

45′ Tradate: 6 minuti di recupero, esce De Angelis sostituito da Frigerio

45′ Masnago: Camarà illumina per Lercara che si fa respingere il tiro. 4 di recupero

40′ Masnago: grande impatto di Scaramuzza sulla partita, punta e salta l’uomo con facilità. Sul gol del 3-0 ha fatto tutto lui

41′ Tradate: Spilli inserisce Boccadamo per Barni. Meglio il Telgate nella ripresa

38′ Masnago: doppio cambio Varese, fuori Balzo dentro Travaglini; in campo anche M’Zoughi per Lonardi

34′ GOL VARESE (3-0): Camarà mette dentro il cioccolatino preparato da uno scatenato Scaramuzza, devastante sulla sinistra

29′ Masnago: Balzo si addormenta e perde palla nell’aera biancorossa, il Cazzago non sfrutta ma guadagna due angoli

29′ Tradate: De Angelis per Martinoia nella Varesina, Spilla cambia e passa al 3-4-3

22′ Tradate: assedio Varesina, dentro Bellacci per Vitulli (primo cambio di Spilli)

16′ Masnago: i cambi biancorossi sono tre, oltre a Scaramuzza per Mondoni e a Conti per Marinali, c’è Moceri per Silla (buoni spunti per lui al di là del gol)

15′ Masnago (il gol): spettacolare cambio di gioco di Lercara per Scaramuzza (che era entrato per Mondoni), il classe ’97 si accentra e fa partire un destro che finisce all’incrocio.

14′ GOL VARESE (2-0): Scaramuzza, appena entrato. Gol da antologia.

14′ Tradate (occasione Varesina): Barni da 25 metri, il portiere ospite si salva in angolo. Partita molto bella

13′ Tradate (occasione Telgate): bergamaschi micidiali in contropiede, Barni perde una palla assassina e Catta arriva a tu per tu con Ghirlandi che devia miracolosamente

10′ Tradate (occasione Telgate): Lleshaj in contropiede dal limite a fil di palo

10′ Masnago (chicca): Silla detto, non a caso, “Buba” si ruppe tira e perone in una partita di campionato del 2015 con gli Allievi biancorossi di Volontè. Aveva 15 anni, è tornato più forte di prima. Intanto Camarà calcia altissimo su punizione dal limite guadagnata da Simonetto

4′ Tradate (doppia occasione Varesina): Broggi serve Cargiolli che entra in area e si fa respingere il tiro dell’1-1 a botta sicura, incredibile l’errore di Franzese sulla respinta a porta vuota

3′ Tradate (occasione Telgate): Fantoni su angolo non tocca in porta il 2-0

VIA ALLA RIPRESA: in tribuna a Masnago c’è anche il sindaco Galimberti

MORTE DELLA CORNA: Carmignani, Rampulla, Della Corna sono miti della porta biancorossa. Carlo oggi se n’è andato.

MASNAGO: COMMOZIONE PER LA MORTE DI DELLA CORNA
Il portierone monzese Carlo Dalla Corna è morto a 66 anni. Il suo nome è legato all’epopea del Varese tra serie B e serie A: fu biancorosso dal ’72 al ’77 con 66 presenze, poi passò all’Udinese e fu artefice della doppia scalata dalla C alla A con i friulani.

47′ RIPOSO A TRADATE: finisce dopo due minuti di recupero, il risultato più giusto sarebbe stato il pari ma comanda il Telgate dopo un bel primo tempo

45′ RIPOSO A MASNAGO: prima dell’intervallo un’occasione per il CazzagoBornato (erroraccio di Bianchi al limite, Dalola ispira Farimbella che però conclude alto)

45′ GOL TELGATE (0-1): Albizzati su Catta, contrasto dubbio, l’arbitro indica il dischetto. Guariniello la mette dentro alla destra di Ghirlandi, che quasi ci arriva

44′ RIGORE TELGATE

40′ Masnago: Lonardi crossa da destra, Mondoni controlla e spara. Ma il portiere è sicuro

42′ Tradate (occasione Telgate): Guariniello in scivolata davanti a Ghirlandi, quasi sulla linea di porta, non ci arriva

40′ Tradate (occasione Varesina): Vitulli a colpo sicuro quasi in area piccola su cross di Taino, incredibilmente fuori

39′ Tradate (rigore reclamato dal Telgate): Bulla cade in area forse toccato da Taino. Si prosegue

37′ Masnago (rigore reclamato dai bresciani): Dalla scappa sulla sinistra e Balzo lo stende. Sospetto rigore non assegnato

34′ Masnago: i biancorossi meritavano il vantaggio per la supremazia nel gioco. Il ragazzino del 2000 aveva già segnato due gol nel torneo di Menaggio, stavolta l’ha messa dentro di puro istinto

33′ GOL VARESE (1-0): Silla appostato sul secondo palo la mette dentro, assist di Mondoni

32′ Tradate: più Varesina che Telgate, bella partita

28′ Masnago (occasione Varese): Lercara recupera un gran pallone in area, palla a Silla che fallisce l’1-0. Il Varese sembra superiore ma poco incisivo

27′ Tradate (occasione Varesina): primo corner Varesina, Albizzate di testa spedisce il pallone sopra la traversa di pochi centimetri

25′ Masnago: giallo a Lercara (fallo tattico)

22′ Masnago: Camarà incontenibile sulla destra, Lercara perde l’attimo e il pallone. Anche Camarà conclude a sinistra del portiere

19′ Tradate: partita equilibrata, un po’ meglio la Varesina del Telgate. Circa 150 gli spettatori

17′ Masnago: Mondoni, ancora lui, libera Lercara ma il tiro in scivolata è debole. Cazzago per ora non pervenuto

15′ Masnago: ed ecco la curva
7ffe59e7-1e30-4031-9f13-fac2150346bb

10′ Masnago: saranno 500 o forse qualcosa in più gli spettatori al Franco Ossola anche se si segnalano code ai botteghini. Questa la foto del pubblico in tribuna. C’è anche la curva
8aef3621-b978-4c12-9669-ef44bd648154

9′ Tradate (occasione Varesina): Cargiolli stringe da sinistra, rasoterra alla destra del portiere.

6′ Masnago (occasione Varese): Camarà sfonda sulla destra, cross per Mondoni che sbaglia un rigore in movimento a porta semivuota.

Ed ecco i titolari del Varese, modulo 4-2-3-1: Calandra; Lonardi L., Simonetto, Balzo, Bianchi; Gestra, Marinali; Mondoni, Camarà, Silla; Lercara. All. Domenicali.

Ecco l’undici della Varesina schierata con il 4-3-3: Ghirlandi; Barni, Menga, Albizzati, Taino; Martinoia, Mantovani, Vitulli; Broggi, Franzese, Cargiolli. All. Spilli.

Mancano cinque minuti all’inizio del primo impegno ufficiale: vi racconteremo in diretta le partite di Varese e Varesina: biancorossi al Franco Ossola con il CazzagoBornato, rossoblù sul neutro di Tradate contro il Telgate.

Ecco le distinti dai campi
ddc9942e-d6ac-49bc-807c-1e126c8d496d

img_2375-1

32 pensieri riguardo “Commozione per la morte di Della Corna: l’aneddoto del Pigio. COPPA ITALIA (foto e commenti): Varese-CazzagoBornato 3-0, Varesina-Telgate 0-1”

  1. Oggi ho visto un buon Varese 3 gol fatti ne poteva fare il doppio e a livello difensivo non ha rischiato niente anzi zero.La cosa strana sono certe affermazioni lette il Varese vince ma l’avversario è modesto poverini si sono salvati appena l’anno scorso in eccellenza. Senza contare che avremmo avuto bisogno delle paratone di Calandra oggi x spuntarla. Mah mi sembra che non abbia fatto mezza parata degna di tale nome.Poi c’è il discorso Varesina tanto decantata da un mese e mezzo a questa parte che quando non vince (gavirate) o perde telgate tra l’altro una neo promossa l’alibi è il pensare al ripescaggio mah

    Mi piace

  2. State scherzando o state parlando sul serio? Avversario modesto, davanti non male, servono test più impegnativi… è il modo nuovo di tifare partendo dal basso o che cosa?

    Siete stati grandi ragazzi! È una prima vittoria e una vittoria importante

    Mi piace

  3. Il Varese ha 5 marce in più, gioca in uno stadio con una tifoseria che sostiene la squadra, le altre sono squadrette da oratorio..Si deve calcolare la spinta del pubblico , cosa pensate che i nuovi proprietari non lo hanno messo come un fattore utile per il loro business?.del tipo prendiamo giocatori mediocri in uno stadio serio renderanno il doppio,che bel rispetto per i tifosi

    Mi piace

  4. Ma veramente basta con questa varesina oggi una bella vittoria e siamo solo all’ inizio quindi finitela ho andate a Venegono il mio Varese sta tornando

    Mi piace

  5. Ma allora non si vuol capire:nessuno nega la prestazione ma nell’analisi di una partita non si può non considerare l’avversario che nel caso di ieri era assolutamente mediocre,se si vuole essere obiettivi…

    Mi piace

  6. Il prefetto si scusa per i disagi subiti dai cittadini causati dai caroselli delle migliaia di tifosi del Calcio Varese per la magnifica vittoria contro l’ostico CazzagoBornato.

    Mi piace

  7. Mah 2000 abbonati magari se li aspettava la dirigenza da oratorio dell’anno scorso con tutti i top player presi e poi dovuti mandare via cosi miseramente dopo poche partite. Cazzo mai contenti neanche dopo una vittoria dopo mesi di figure di merda

    Mi piace

  8. Giusto, godiamoci sta vittoria e basta! L avvesrario era scarso? Perche invece la varesina con chi giocava, con il barcellona? Siamo seri su, noi abbiamo giocato bene e vinto anche se con i ragazzini in campo ( e avevamo fatto lo stesso domenica prima con la sestese), gli altri, decantati e pompati ( ma sempre con 150 spettatori, alla varesina frega un cazzo a nessuno, sono solo rette del settore giovanile sveglia) hanno perso con una neopromossa. Sempre e solo forza Varese

    Mi piace

  9. Fondamentale abbiamo tutti ragione ..chi dice che senza i nuovi proprietari saremmo falliti quindi va bene così, e altri pensano che sono qui soltanto per fare business fregandosene della prima squadra e del suo futuro ..dobbiamo semplicemente aspettare per vedere chi ha ragione

    Mi piace

  10. Cosa c’entra la Varesina? Non dev’essere manco nominata. Esempio de che? Spero rimangano in Eccellenza.
    Le uniche partite che verrò a vedere quest’anno saranno Legnano, Varesina perchè mi sta altamente sul cazzo e l’eventuale partita promozione.

    Mi piace

  11. Praticamente se vinciamo – e stato il merito “dell’avversario mediocre”, se perdiamo – “ma io cosa vi avevo detto, squadra di merda con i dirigenti scarsi”. Che atteggiamento ridicolo

    Mi piace

  12. La squadra ieri ha mostrato ottimi spunti ed individualita’ interessanti (Mondoni, Silla, Scaramuzza, oltre ad un giocatore fuori categoria come Kamara). La mano di un allenatore serio ed esperto gia’ si nota: speriamo in un centravanti da 20-25 gol per poter ambire alle prime posizioni. Bellissimo l’impatto con la rinnovata tribuna: la societa’ merita fiducia.

    Mi piace

  13. Cazzo anonimo delle 19:42 mi fai troppo ridere che cazzo di comm..è spiegati meglio.Ho solo capito che se vinciamo è xchè gli avversari sono mediocri ma poi se perdiamo? La chicca è che tu ci avevi detto che era una squadra di merda cmq mi stai simpatico.Ma dimmi è tuo il comm..delle15:56

    Mi piace

    1. Per quel che mi riguarda, domenica la squadra mi ha divertita. Penso di aver visto più gioco in questa partita rispetto a tante dell’anno scorso. Io un pò di fiducia a questi ragazzi (anche ai più giovani) la do e spero di divertirmi anche se per molti giocheremo in campi dell’oratorio. Insomma FORZA VARESE SEMPRE
      Cuore Ultra

      Mi piace

  14. Un pensiero doveroso va ai BH , tifosi che prendono ferie dal lavoro per seguire la propria squadra ovunque in qualsiasi categoria , non meritano diffide così assurde .

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...