«Ezio, te l’avevamo promesso…». E Domenicali la dedica ai tifosi (VIDEO)

Le dichiarazioni di fine partita di Simonetto, Barbarito, Vegnaduzzo e Domenicali

Simonetto esce dallo spogliatoio e ci cerca con lo sguardo: «Cosa vi avevo detto? Avevamo promesso di dare tutto per Ezio Macchi, così abbiamo fatto e abbiamo vinto. Ho perfino segnato, un evento a dir poco storico… I miei genitori mi hanno seguito ovunque senza mai vedere un mio gol, adesso la storia è cambiata».

Meglio la vittoria di tre anni fa o questa? Simonetto risponde così: «3-1 o 6-0, una vittoria è sempre una vittoria. Ma il pubblico è lo stesso, eccezionale. Noi stiamo dando tutto, corriamo e crediamo in questa avventura: non ce n’è bisogno, ma chiamo lo stesso tutti a raccolta per la prima al Franco Ossola di domenica prossima. Mi chiedete se sono diventato più cattivo? Sì, perché restare al Varese è stata la sfida più grande della mia vita».

Accanto a Simonetto, appoggiato alla rete, c’è il presidentissimo del Verbano Pietro Barbarito, che come sempre parla da uomo vero e senza peli sulla lingua: «I miei sono entrati in campo facendosela sotto. Loro hanno un giocatore fuori categoria (Camarà) e gli abbiamo concesso 4 metri per fare tutto quello che voleva, per tutta la partita. Eravamo noi ad avere paura, ma perché? Ma di chi? Lo spirito giusto ce l’aveva il Varese, ma se mi chiedete se può vincere il campionato io vi rispondo che ha bisogno almeno di tre rinforzi importanti».

Parola a bomber Vegnaduzzo: «La dedico a mia moglie e mia figlia che sono rimaste in Argentina e che da lì di certo mi hanno seguito. Non sono in forma, ma in una settimana lo sarò».

A chiudere, mister Domenicali, che ha portato tutti i ragazzi a festeggiare con i tifosi: «Quando sono uscito mi sono fermato sotto la tribuna e ho indicato tutti i tifosi del Varese: questa vittoria è per loro».

2 pensieri riguardo “«Ezio, te l’avevamo promesso…». E Domenicali la dedica ai tifosi (VIDEO)”

  1. Grande Varese e bravo anche Barbarito che ha subito indicato i rinforzi senza peli sulla lingua: due sono da tesserare (gli argentini), l’altro è ovviamente un difensore/terzino forte. Troppo inesperti lì dietro, ma si può rimediare.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...